Accept Cookies?
Provided by OpenGlobal E-commerce

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

BENVENUTI NEL NOSTRO SITO WEB

BENVENUTI NEL NOSTRO SITO WEB

A.S.D. Felice Scandone Ciclismo

IL CICLISMO E' STORIA

IL CICLISMO E' STORIA

“Primo classificato Coppi, in attesa del secondo, trasmettiamo musica da ballo”

Siete degli assassini!

Siete degli assassini!

(Octave Lapize agli organizzatori del Tour de France dopo la prima tappa pirenaica della storia, 1910)

La bicicletta è la penna che scrive sull’asfalto.

La bicicletta è la penna che scrive sull’asfalto.

(Guy Demaysoncel)

Inutile avere una bici leggerissima se ti porti nell’anima un corpo che pesa come un macigno

Inutile avere una bici leggerissima se ti porti nell’anima un corpo che pesa come un macigno

Marco Pantani

Guarda il PROMO della cronoscalata dell SS.Salvatore 

CONTATTACI PER RICEVERE INFORMAZIONI SULL'ISCRIZIONE ALLA GARA - (This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. )

 

DIARIO DI VIAGGIO

Nella pancia della balena

L'odore dei tacchetti bruciati, come routine vuole, ha dato inizio anche alla "Granfondo della Ceramica 9^ ed" e nella ressa di conquistare una posizione favorevole, è iniziato l'effetto elastico del serpentone "milleruote" che si distende e si accorcia a fiotti in una miriade di livree colorate. Come plancton in balia delle correnti marine, ci siamo trovati nel ventre della balena per cercare di sfuggire all'inevitabile e definitivo allungamento peristaltico del gruppone. La prima salita è stata pressoché divorata, così come la successiva discesa. La frenesia di un inizio stagione ha dato sfogo all'adrenalina che per troppo tempo è stata costretta nella tana dal freddo inverno d'Irpinia. È iniziato così sull'asfalto liscio un lungo tratteggio costiero,  una alternanza di gruppi ben forniti a sparuti ciclisti e a vuoti da colmare, innumerevoli buchi da chiudere. La fatica si è fatta sentire quando alla seconda salita il vento di sud est scuoteva ribelle gli alberi, prendendo i ciclisti per il fondello, aggrappandosi alle spalle senza mollare un attimo. Bellissima qui l'azione della ASD FELICE SCANDONE CICLISMO, ha dettato alla testa di quel gruppo di quaranta ciclisti l'andamento di gara per i primi tre km.  Da lì allo scollinamento solo le curve scostanti di una salita micidiale a gradoni, sono rimaste impassibili al loro effetto sui 482 partenti, mentre tutti aspettavamo il muro di Migaido del monte Tosa. Un ritmo duro si è imposto nel cuore e soprattutto nelle gambe degli atleti. La pendenza media del 7 % si è  raddoppiata e dimezzata più volte nei sette km. La salita è divenuta poi isolamento del pensiero, mutismo, calcolo puro e semplice, conta di ritmo, l'assolo di Cuore , Respiro e Pedali il più bel lento di un gruppo rock. La sensazione di non riuscire ad arrivare su, è divenuta un fardello sempre più pesante da sopportare a 30 pedalate al minuto, dietro le auto e le ambulanze, quando, tra il 18 ed il 24% i morsi alle gambe hanno costretto i sanitari ad intervenire in continuazione. Dal ventre della balena in una disarmante caduta solitaria sotto l'effetto tetanizzante delle millimoli di acido lattico accumulato. I quadricipiti serrati in un monoblocco, durissimo, impenetrabile alla volontà umana di dar tregua a quel dolore lancinante, solo la bravura del medico ha posto rimedio, anche se ormai tutto era già compromesso. Nel cielo soleggiato al tepore dei quasi 20 gradi, a soli 20 metri dallo scollinamento, tra la richiesta incessante del medico di rilassare i muscoli e la bassa macchia mediterranea si è rotta l'unità del gruppo FLUO AZZURRO VERDE che per 90 km è  stato compatto. Poi però, ripreso a metà il controllo delle gambe, la paura di perdere i punti per la graduatoria dello Scudetto Campano, ha imposto il ritmo "tic tac tic tac", tra crampi e cronometro solitaria gli ultimi 25 minuti a trantacinque di media con la sorpresa grande, immensa, di ritrovare i miei compagni ad attendermi. Ai due km all'arrivo il gruppo era quasi compatto. Diviso tra il percorso mediofondo 108 km con Rudi già al traguardo e il lungo 138 km con Carmelo ed Eugenio ancora in salita per altri 800 metri di dislivello. Tagliare il traguardo con i miei compagni Salvatore e Luigi è stato il momento più emozionante di tutta la giornata, anche se la forza di alzare entrambe le braccia non l'ho avuta, ero sfinito. La prima grande esperienza di un gruppo rinnovato ha dato soddisfazioni immense soprattutto ai tre debuttanti. Con gli 800 e rotti km di trasferta gomito a gomito, portiamo a casa il trofeo del secondo posto della gara dell vita. L'AMICIZIA.
Bravi tutti


CRONOSCALATA DEL SS. SALVATORE: 24 LUGLIO 2016.

NOI SIAMO PRONTI!!!

 

Attesa da tanti, richiesta da moltissimi ciclisti alle partenze delle gare dell'anno appena passato o nei lunghi allenamenti sostenuti.
Molte volte dietro di me ho sentito dire:
- C'è la Scandone di Montella! Wèe i ragazzi di Montella...
E poi quasi scontato seguiva un'altra voce :
- A Montella ho fatto la più bella cronoscalata.
E ancora a seguire una nostalgica raffica di domande:
-Quando si fa? Ma non la fanno quest'anno Perché non la organizzate? Contate su di me, io verrò.
E allora noi... La Cronoscalata del SS Salvatore.

Leggi l'articolo

 

RESTIAMO IN CONTATTO

A.S.D. FELICE SCANDONE CICLISMO
Via M.lo Cianciulli - 83048 - Montella -Av -
Tel. 3296684595

Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Scroll to top
*/